Tracce estratte prima prova giugno 2016

Conoscere la tipologia di tracce estratte nelle sessioni precedenti dell’esame di stato per assistenti sociali albo B aiuta ad esercitarsi e prepararsi. Di seguito trovate le tracce che sono state estratte nella prima prova scritta di giugno 2016 in diverse sedi d’Italia.

Bari

Il processo di aiuto: principi etici e procedimento metodologico.

Bologna

“L’Assistente sociale deve mettere al servizio degli utenti e dei clienti la propria competenza e abilità professionale, costantemente aggiornata, intrattenendo il rapporto professionale solo fino a quando la situazione problematica lo richieda e la normativa glielo imponga”
Il candidato descriva quali azioni l’assistente sociale può mettere in atto per garantire il rispetto di tali responsabilità.

Catania

I disabili nel contesto scolastico, riferimenti normativi e ruolo dell’assistente sociale.

Chieti

Il lavoro di rete e il ruolo dell’assistente sociale durante la presa in carico di un utente multiproblematico individuando punti di forza e di debolezza.

Firenze

Strumenti ed interventi dell’assistente sociale a tutela dei minori in ipotesi di non dichiarata decadenza dalla patria potestà ed in affidamento ai servizi sociali.¹

Lecce

La quarta e quinta fase del processo d’aiuto e specificazione del contratto.

Milano Bicocca

Gli effetti sugli interventi sociali dei cambiamenti demografici in atto tra la popolazione residente nel nostro paese.

Milano Cattolica

La visita domiciliare.

Napoli

Principi teorici e processo d’aiuto.

Napoli Suor Orsola

La presa in carico.

Parma

La fase valutativa nel processo di aiuto.

Pisa

Illustrare e discutere l’importanza della deontologia nelle attività quotidiane dell’as.

RomaTre

I principali strumenti operativi.

Sassari

Il candidato spieghi l’art.11 del codice deontologico.

Siena

L’ascolto e l’osservazione. Il candidato illustri come questi elementi metodologici vengono applicati nell’azione professionale dell’assistente sociale.

Trento

L’assistente sociale e l’empowerment del cittadino/utente e del gruppo sociale. Illustri il/la candidato/a:

1. i principali strumenti per la promozione dell’empowerment;
2. i relativi riferimenti etico/deontologici;
3. le competenze professionali che l’assistente può mettere in campo in questo contesto.

Trieste

La tridimensionalità o trifocalità del servizio sociale italiano.

Verona

Il candidato illustri il ruolo dell’assistente sociale nella valutazione multiprofessionale.

Buono studio e buona esercitazione,
Maria Mirabella

¹La dizione “potestà genitoriale” è stata sostituita con quella di “responsabilità genitoriale” a seguito del D. Lsg.  154/2013. Sul sito dell’università di Firenze la traccia è scritta proprio così ma è bene saperlo.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s